Pascale Marthine Tayou, Human Being @ Work

The passionate force of social biotism, the collective social space. The huts in wood and straw of an African village take on the aspect of the planetary metabolism of the social body: the sound of existence shatters on the images, the vital energy expands in time devoted to human work, the sense of human is returned as journey possible and accessible to all. Installed in the ruins of time, Human Being tries the spell of returning to history its circularity; the African view of Tayou reminds us that the Olduvai Gorge is the belly to which we still belong, the interior space to deal with the fear of being supportive, tolerant, open, fragile. 

Keyword: Brexit and the future of labor 

Fiscal responsibility, stagnant economy, public finance, inequality, gender inequality, wage inequality, developing countries, job polarization and rapid technological advance, climate changes just a few of the factors affecting the future of global labor market. The recent Brexit case is inspiring. As John McDonnell underlined during a public lecture kept at London School of Economic and Political Science in London last February, “A large financial sector still imposes a high risk, the same standard that brought to systemic failure in 2008... What are the best ways for the Bank of England and the Treasury to oversee the economy? How should these relationships function? How can we democratize these institutions? How can our giant financial institution function for the good of the whole of society? Can they function viably at this scale? How can multinational corporations make a contribution to wider society via the tax system?”. In these very days, the Brexit medicine is showing its real poisoning face, bringing up social fears, fostering uncertainties about the future and preparing Britain to a shadowy future. No one can foresee what the labor market costs of Brexit are. The hope is a vs-Brexit resistance to be managed by all European countries, a cultural effort to continue to include the British citizens within the European project beyond any political and economic decision, inspired by a sense of shared history and social belonging. 


La forza dirompente del biotismo sociale umano, lo spazio sociale condiviso. Le capanne in legno e paglia di unvillaggio africano assumono l’aspetto del metabolismo planetario del corpo sociale: il suono dell’esistenza s’infrange sulle immagini, l’energia vitale si espande nel tempo dedicato al lavoro umano, il senso dell’umano restituito come un viaggio possibile e accessibile a tutti. Installata tra le rovine del tempo, Human Being tenta l’incantesimo di riportare la storia alla sua circolarità; lo sguardo africano di Tayou ci ricorda che la Gola di Olduvai è un ventre cui ancora apparteniamo, lo spazio interiore per affrontare la paura di essere solidali, tolleranti, aperti, fragili. 

Parola chiave: Brexit e il futuro dell’occupazione 

Responsabilità fiscale, stagnazione economica, finanza pubblica, diseguaglianza, diseguaglianza di genere, diseguaglianza pensionistica, paesi in via di sviluppo, polarizzazione del lavoro e rapido sviluppo tecnologico, cambiamenti climatici: questi solo alcuni dei molti fattori che stanno influenzando il futuro del mercato globale del lavoro. Il caso di Brexit è illuminante. Come John McDonnell ha sottolineato durante una lecture tenuta lo scorso febbraio presso la London School of Economic and Political Science: “Una fetta ampia del settore finanziario ancora impone un rischio alto, lo stesso standard che ha portato al collasso sistemico nel 2008... Quali sono per la Banca d’Inghilterra e il Ministero dell’Economia e della Finanze inglese le strade migliori per amministrare l’economia? Come dovrebbero funzionare? Come possiamo democratizzare queste istituzioni? Come possono le grandi istituzioni finanziarie funzionare per il bene dell’intera società? Vista la scala, riusciranno a funzionare? Come possono le grandi multinazionali fornire un contributo a una società più ampia attraverso il sistema fiscale?”. Proprio in questi giorni, la medicina del Brexit sta mostrando il suo volto avvelenato, scatenando paure sociali, promuovendo un futuro incerto e preparando l’Inghilterra a un futuro nebuloso. Nessuno è in grado di prevedere le conseguenze del Brexit. La speranza è che una resistenza contro-Brexit venga esercitata da tutti i paesi europei, uno sforzo culturale per continuare a includere i cittadini britannici all’interno del progetto Europa, al di là di qualsiasi decisione politica ed economica, ispirato da un senso di appartenenza storica e culturale.